14esima edizione “Sotto le Stelle del Jazz”

943

Agenpress. La tromba di Flavio Boltro e la voce di Letizia Onorati saranno i protagonisti dell’appuntamento “Sotto le Stelle del Jazz”, kermesse ideata e diretta dal compositore Davide Cavuti, che si terrà a Francavilla al Mare (Rotonda Michetti) il 27 luglio alle ore 21.30 (ingresso libero), organizzato dal “Centro Ricerche e Studi Nazionale Alessandro Cicognini”  con il sostegno del comune di Francavilla al Mare.

L’appuntamento rientra nel cartellone dell’ottava edizione “Festival Alessandro Cicognini” che quest’anno ha alzato il sipario con la consegna dei riconoscimenti “Premio Note da Oscar” a Fabio Concato (“canzoni nel cinema”), a Brenno Placido (miglior giovane interprete) e Michele Placido (miglior regia)

Letizia Onorati  per l’occasione sarà accompagnata dal trio guidato da Paolo Di Sabatino al pianoforte, Pietro Pancella al basso e Glauco Di Sabatino alla batteria.

Nel corso degli anni, la rassegna “Sotto le Stelle del Jazz”, ha ospitato grandi musicisti del panorama nazionale e internazionale: Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Peter Erskine, Paolo Di Sabatino, Yanek Gwizdala, Roberto Gatto, Javier Girotto, Luca Manutza, Dick Halligan, Sarah Jane Morris, Kelly Joice, Gegè Telesforo, Dario Deidda, diventando un appuntamento ormai consolidato a livello nazionale.

La musica di qualità di uno dei più importanti musicisti italiani, il trombettista Flavio Boltro – ha dichiarato il direttore artistico Davide Cavuti –  che si esibirà con il quartetto della cantante Letizia Onorati per un concerto di grande sensibilità e costrutto poetico”.

Flavio Boltro fa parte della scena jazzistica mondiale da molti anni. Diplomatosi al Conservatorio di Torino, si è esibito con musicisti star come Cedar Walton, Bob Berg, Don Cherry, Billy Hart e Billy Higgins.  All’età di 25 anni entra a far parte di una formazione, nota come Lingomania, con Roberto Gatto alla batteria, Furio Di Castri al contrabbasso, Maurizio Giammarco al sax, Umberto Fiorentino alla chitarra, che si aggiudicherà per due volte consecutive il premio per il miglior disco e miglior gruppo dell’anno. Più o meno allo stesso periodo risale la collaborazione con Steve Grossman, con il quale si esibisce regolarmente in club e festival internazionali in quintetto con Cedar Walton, Billy Higgins e David Williams alla sezione ritmica, ma anche con Clifford Jordan e Jimmy Cobb. Suo è l’assolo di tromba nella sigla della sitcom Casa Vianello, andata in onda dal 1988 al 2007. Nel 1984 viene eletto ” miglior talento” dell’anno dalla rivista Musica Jazz e l’anno successivo miglior musicista dell’anno. Artista brillante e versatile, Flavio Boltro ha rivelato anche le sue doti di compositore: ha infatti inciso nel 1999 il primo album a suo nome dal titolo “Road Runner”, e nel 2002 il suo secondo disco “40°”. Entrambi i lavori sono stati pubblicati dalla prestigiosa etichetta Blue Note. Nel 1997 con Stefano Di Battista formano un quintetto con Eric Legnini al piano, Benjamin Henocq alla batteria e Rosario Bonaccorso al basso. Nel 2000 inizia una collaborazione nel quintetto di Michel Portal, e resterà fino al 2005. Nel 2007  il cantante popolare italiano Gino Paoli realizza un sogno: formare un gruppo con musicisti di jazz e nasce un quintetto con Flavio Boltro, Roberto Gatto, Danilo Rea e Rosario Bonaccorso e Paoli alla voce. Il gruppi registra due album Milestone per Blue Note e nel 2007 un incontro in jazz, etichetta Parco Della Musica.

Letizia Onorati, cantante e compositrice leccese, all’età di otto anni comincia a studiare canto con l’insegnante Elisabetta Guido. Ha studiato negli anni con importanti esponenti del panorama jazz nazionale e internazionale come Roberta Gambarini, Rachel Gould, Mark Sherman, Jerry Bergonzi, Francesco Petreni, Maria Laura Bigliazzi, Mauro Campobasso, Fabrizia Barresi, Bob Stoloff che la sceglie per una borsa di studio e Paolo Di Sabatino diventato suo pianista, arrangiatore e produttore artistico. È stata solista del coro gospel “A. M. Family” e ha partecipato al progetto “Le sacrè en musique” ideato da Elisabetta Guido e dalla manager internazionale della danza Sofia Capestro. Ha collaborato con Flavio Boltro, Giovanna Famulari, Max Ionata, Mirko Signorile, Sachal Vasandani, Barbara Errico (Italian Jazz Awards 2011), Tia Architto, Sergio Corbini (Siena Jazz pianist). Da maggio 2015 avvia un percorso di perfezionamento con la “lady” del jazz Tiziana Ghiglioni. Attualmente è impegnata in tour nelle principali città di Italia (Lecce, Bari, Roma, Cagliari, Bologna, Giulianova, Milano, Matera ecc.) e ha partecipato all’ International Jazz Day 2017 (Unesco) presso l’Istituto di cultura italiano a Bruxelles.