Amatrice. Kaos. Il ministro Costa promette pene severe. Brambilla (FI). Subito legge sui bocconi avvelenati

1316

Agenpress – “Sembra che il cane eroe di Amatrice #Kaos sia stato avvelenato. Un atto orribile. Con il ministro della Salute @GiuliaGrilloM5S , competente in materia di animali da affezione, e con @AlfonsoBonafede stiamo lavorando per inasprire le pene per questi criminali. Ad maiora semper”. Così il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, su Twitter.

“L’avvelenamento del cane eroe Kaos è l’ennesimo, orribile episodio che dovrebbe spingere il Parlamento a trasformare in legge le previsioni dell’ordinanza ministeriale contro i bocconi avvelenati e soprattutto, come prevede la mia proposta di legge, di rafforzare le pene per chi si macchia di gesti simili e più in generale per chi uccide gli animali”.

Lo dichiara l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente e dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali.

“La proposta di legge sui bocconi avvelenati – ricorda l’ex ministro – è la prima delle quaranta che ho già presentato in questa legislatura. Speriamo che l’attuale Parlamento riesca fare ciò che si doveva fare prima: trasformare in legge l’ordinanza ministeriale, reiterata ogni anno, e rafforzarla introducendo nel codice penale un articolo specifico che punisca chi “prepara, miscela, detiene, utilizza, colloca o abbandona esche o bocconi avvelenati o contenenti sostanze nocive o tossiche, compresi vetri, plastiche e metalli o materiale esplodente, che possono causare intossicazioni o lesioni o la morte di una persona o di un animale’”.

“L’uso del veleno o di esche altrimenti rese letali – prosegue l’ex ministro – è purtroppo frequentissimo laddove, soprattutto nel Meridione, il randagismo è diventato un’emergenza, perché qualcuno pensa di risolvere il problema con un macabro e inaccettabile fai-da-te, o altrove semplicemente in odio agli animali. Non riesco ad immaginare quale individuo possa aver deciso di avvelenare un cane come Kaos, al quale noi esseri umani dobbiamo tanto. La mia vicinanza e la mia solidarietà a chi ha perduto un impareggiabile amico”.