Bagarre al Senato. Bonafede lo definisce un circolo ricreativo. Casellati. Nessuno può offendere

1169

Agenpress – “Ricordavo da parlamentare che il question time fosse uno strumento serio con cui il Parlamento pungola il governo. Non ricordavo che fosse uno strumento per trasformare il Senato in un circolo ricreativo per i partiti“. Così al question time il il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, frase che ha suscitato bagarre in Aula.

“Smettetela, vi pregherei di rispettare il parere degli altri anche se non condiviso”, ha detto la presidente Casellati. Poi la presidente ha sospeso la seduta.

L’interrogazione che il Pd ha rivolto al governo riguarda le dichiarazioni fatte da Bonafede dopo l’approvazione della proroga della riforma intercettazioni, quando dichiarò che quella riforma fu fatta dal precedente governo per “mettere il bavaglio alla stampa” dopo l’inchiesta Consip.

“Con tutto il rispetto che posso avere nei suoi confronti, a nessuno è permesso di usare espressioni che possano offendere la dignità di quest’aula. Lo dico a lei lo dico a tutto. Neppure le lo può fare”, ha detto  Casellati, rivolgendosi al ministro Bonafede che nel riaprire il lavori dell’Aula per il question time che ha chiesto di allontanare dall’aula i senatori Rampi e Lucidi.