Salvini. Colpa di Silvio se il centrodestra finisce. Molti eletti di Forza Italia verso la Lega

355

Agenpress – Con Berlusconi, “un conto è la vicinanza umana, un conto è la scelta politica che ha portato non solo molti elettori ma anche molti eletti di Forza Italia a tutti i livelli ad avvicinarsi alla Lega. Io fino ad oggi ho detto di no, però se Forza Italia sceglie il Pd è giusto che chi si sente di centrodestra possa fare politica con la Lega”.

Lo ha detto Matteo Salvini, in una intervista al Quotidiano Nazionale, lanciando un messaggio all’alleato.  “A Silvio dico: andare contro il cambiamento è una scelta, ma ad ogni scelta corrispondono delle conseguenze. “Se la Lega ha quattro volte i voti di Forza Italia forse qualcuno sta sbagliando qualcosa. Mi pare che gli italiani abbiamo già scelto con chi stare”.

Dopo il voto in Vigilanza Rai,  la fine del centrodestra “non siamo noi a volerla. Ma se Forza Italia non è d’accordo su niente, se sceglie il Pd, faccia pure. Se vuole fare un partitone Pd-Forza Italia, auguri. Dispiaciuti, andiamo avanti, facendo battaglie di centrodestra e per il cambiamento”.

Salvini ribadisce che sul nome di Foa andrà avanti: “Non può essere ostaggio dei capricci del Pd e tantomeno di FI. Ho sentito Di Maio, con i 5Stelle siamo già sostanzialmente d’accordo. Vedremo il come. I 5Stelle sono persone affidabili con i quali si sta lavorando bene”.

Il decreto dignità “è partito da principi giusti. Stiamo apportano in aula alcuni correttivi che lo migliorano. Detto questo, la rivoluzione economica la vogliamo mettere nella manovra d’autunno. Ovviamente non si pretendano miracoli in tre mesi, ma arriveranno i primi segnali di riduzione fiscale e burocratica. E la pace fiscale con Equitalia e i primi passi sulla legge Fornero”.