Anzaldi (PD). Salvini e Di Maio, i Robin Hood al contrario. Tolgono ai poveri per dare ai ricchi

1135

Agnepress – “Via gli 80 euro per finanziare la Flat tax? Significa togliere soldi alle fasce più deboli, che guadagnano meno di 1.500 euro al mese, per dare soldi ai più ricchi, che guadagnano più di 1.500 euro al mese.
Salvini e Di Maio, i Robin Hood al contrario”.

E’ quanto scrive su Facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi.
“Scippare alle famiglie dei soldi che ormai da quattro anni hanno nel proprio bilancio è un crimine che molti non sopporteranno: Salvini e Di Maio sanno che significa togliere 80 euro a chi ne guadagna 900-1.000?
Oggi gli 80 euro vanno a circa 11 milioni di persone e costano circa 10 miliardi all’anno. Se questi soldi verranno dirottati su una platea maggiore, che comprende anche aziende e contribuenti più ricchi, significa che quegli 11 milioni di persone che oggi li ricevono prenderanno meno soldi, o forse niente. E’ una questione di matematica.
Altro che governo del cambiamento, è il governo del cambio di nome: gli 80 euro diventano Flat Tax danneggiando chi sta più in difficoltà, mentre il Reddito di Inclusione varato dai Governi Pd diventerà Reddito di cittadinanza, con gli stessi fondi arricchiti dagli altri ammortizzatori sociali già previsti. Maquillage e partite di giro.
In attesa che decidano anche di aumentare l’Iva, altro colpo alle fasce deboli. Che vergogna”.