Genova. Crollo ponte. M5S: ridicolo accusarci. Chiedemmo l’intervento di Delrio

1119

Agenpress –  “Durante la scorsa legislatura più volte sono state denunciate le condizioni precarie di Ponte Morandi e delle infrastrutture viarie di Genova”. Lo dichiarano Stefano Vignaroli e Paola Nugnes, capigruppo M5S nelle commissioni Ambiente di Camera e Senato. “È ridicolo sentirsi rivolgere accuse sulla presunta contrarietà al progetto Gronda mentre non si vuole vedere le evidenti responsabilità legate alla mancata manutenzione dell’opera e chiare responsabilità politiche legate al mancato intervento dei governi passati”.

“Durante la scorsa legislatura dai banchi dell’opposizione abbiamo chiesto l’intervento immediato dell’allora ministro Delrio. Già nel 2015 e nel 2016 era stata evidenziata in Parlamento la criticità legata a un preoccupante cedimento dei giunti della struttura e con un’interpellanza al governo del nostro portavoce Alberto Zolezzi chiedevamo a Delrio un controllo su tutte le infrastrutture genovesi, consapevoli che in quell’area e non solo il dissesto idrogeologico è strettamente connesso alla manutenzione di strade e autostrade. Ora concentreremo le nostre energie sull’installazione di sensori per la verifica costante delle condizioni delle opere e chiederemo ai concessionari di avviare un monitoraggio in coordinamento con gli uffici territoriali del ministero”.