Venezuela. Maduro aumenta di 34 volte il salario minimo

534

Agenpress – Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha annunciato l’aumento di 34 volte del salario minimo. Il capo dello Stato ha detto che il salario sarà “indicizzato” al valore del petro, la criptovaluta venezuelana con cui il governo intende far fronte alla mancanza di liquidità e alle sanzioni imposte dagli Stati Uniti. Il reddito minimo passera da 5,2 milioni (meno di un dollaro) a 180 milioni (circa 28 dollari).

“Ho fissato il salario minimo, le pensioni di vecchiaia e la base salariale sulla base del petro medio, 1.800 bolivar (la nuova valuta, il” bolivar sovrano “, che entrerà in vigore il lunedì con cinque zeri in meno dell’attuale), ha detto Nicolas Maduro in un discorso radiofonico e televisivo. Con il nuovo bolivar, il reddito minimo salirà da 5,2 milioni (meno di un dollaro al tasso di mercato nero, che domina l’economia) a 180 milioni (circa 28 dollari). Questo aggiustamento del 3.464% è il quinto dell’anno.

Il reddito minimo, che non è sufficiente per comprare un chilo di carne, è crollato a causa di un’iperinflazione galoppante che potrebbe raggiungere il 1.000.000% quest’anno, secondo il Fondo monetario internazionale (FMI). Il presidente Nicolas Maduro, scampato pochi giorni fa ad un misterioso attentato con droni,  ha anche promesso che il suo governo attuerà un rigido programma di “disciplina fiscale”. Ha poi annunciato che lo Stato assumerà per 90 giorni il “differenziale” di aumento del salario minimo per tutte le “piccole e medie industrie”, senza specificare i termini.