Mantova. Una donna entra nel Museo e accoltella 4 persone. Un morto. Fermata per omicidio

580

Agenpress – L’accoltellatrice, una polacca di 58 anni, forse una badante, è entrata nel museo civico di piazza Gramsci che ospita la collezione del giocattolo storico, come riporta La Gazzetta di Mantova. Lì ha aggredito con due coltelli le persone che si trovavano all’interno. Una volta uscita ha attaccato anche una signora in carrozzina e il figlio che la stava spingendo. L’uomo è rimasto ferito da un fendente, mentre la signora ha riportato ferite cadendo. Non sarebbero in condizioni gravi.

Ignote le cause del suo gesto, probabile il raptus di follia. Sul posto i Carabinieri della città lombarda con il comandante provinciale Fabio Federici. Non è escluso che possano esserci altre delle vittime. La badante è entrata prima nel Museo Civico a Piazza Gramsci, che ospita la collezione del giocattolo storico, ed ha attaccato una visitatrice presente nelle stanze che è morta per la gravità dei fendenti ricevuti. L’accoltellatrice si è poi precipitata verso l’esterno dell’edificio aggredendo prima un ragazzo che stava entrando e poi altre due persone che stavano passando: una donna invalida in carrozzina spinta dal figlio. L’uomo a sua volta è stato pugnalato con un’altra arma da taglio mentre la madre è rovinosamente caduta a terra ferendosi gravemente. Sono immediatamente intervenute le Forze dell’Ordine ed i soccorsi.

La donna feritrice evidentemente in preda ad un raptus è stata bloccata dal Comandante dei Vigili Urbani che le ha tirato contro una bicicletta riuscendo ad atterrarla. Gli altri soccorrritori sono così riusciti ad immobilizzare la donna polacca. I dipendenti del Museo Civico sono rimasti tutti sotto choc mentre il ragazzo ferito che stava entrando al Museo è stato trasportato in elicottero in ospedale.