Rosato (PD): “Fondi Lega? Allucinante quanto detto da Salvini sulla sentenza, il suo è un atteggiamento da gerarca

393

Agenpress. Ettore Rosato, deputato del PD e vicepresidente della Camera, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti, su Radio Cusano Campus.

“La magistratura deve fare il suo mestiere e la politica il suo –ha affermato Rosato-. C’è una sentenza che va rispettata in quanto sentenza. Il fatto che il vicepremier dica che le indagini sulle cose vecchie non vanno fatte e bisogna pensare al futuro, il fatto che dica che non gli interessano le sentenze della magistratura perché ha il consenso degli italiani, è qualcosa di allucinante.

Non do giudizi sulla vicenda, ma valuto gravissime le parole di Salvini. Se anche non ci fosse una responsabilità individuale di Salvini che comunque ha sempre fatto del gruppo dirigente, ci dovrebbe essere la sua responsabilità individuale di vicepresidente del Consiglio che dovrebbe rispettare la magistratura.

Quando capita qualcosa a loro, la trasparenza e la legalità vanno in cantina e ci si occupa solo di rispolverare il tema dei migranti, con cui copre dalle accise sulla benzina che non ha mantenuto ai 49 milioni che la Lega si è fregato.

Se il ministro della giustizia del governo del PD avesse detto in Parlamento che lui non aveva rapporti con uno che è arrestato per corruzione e poi si scoprisse che non è così, cosa sarebbe accaduto? Eppure è accaduto a Bonafede. C’è la doppia morale, se capita a M5S e Lega è tutto perdonato. Questo può durare per un po’, ma poi non dura più.

Chi ha sventolato la bandiera dell’onestà, dovrebbe quantomeno tirarla su quando succedono certe cose anche a loro. Salvini ha un atteggiamento su questo che ricorda qualche gerarca. Credo sia un modo sbagliato di porsi in politica, nella vita, dappertutto. I magistrati fanno il loro lavoro, sia quando si occupano di un ponte crollato, sia quando indagano su chi ha fregato 49 milioni”.