Tav, Rosso (FI): pronto un esposto alla Corte dei Conti contro il Governo

635

Agenpress. “Se avesse ragione il vicesindaco di Torino Guido Montanari che il M5S ha già assunto la decisione che ‘la Tav non esiste e non esiterà’ allora sono pronto a depositare un esposto alla Corte dei Conti domandando che il ministro Toninelli restituisca di tasca sua i soldi necessari per redigere l’analisi costi e benefici che da mesi sbandiera per bloccare tutti le grandi opere sgradite in Italia”.

Ad affermarlo il deputato di Forza Italia, componente della Commissione Trasporti, Roberto Rosso a seguito della scelta di Palazzo Civico di far sparire la Tav dal Piano Regolatore di Torino.

Conclude Rosso: “Quanto affermato dal vicesindaco di Torino è molto grave. A pensar male verrebbe da dire che gli studi commissionati da Toninelli debbano dare un determinato risultato.

Non è un caso che Forza Italia in tempi non sospetti, avesse chiesto di fare una call internazionale  per la suddetta analisi, mettendo cioè attorno al tavolo tecnico alte e comprovate professionalità provenienti da tutto il mondo. Richiesta che sappiamo essere stata rifiutata dai grillini.

Si tratterebbe quindi di una grandissima sceneggiata, orchestrata a fini elettorali ma pagata con i soldi pubblici. Tutto ciò è intollerabile, in particolare se a compiere questa azione sono politici che si spacciano per paladini dell’onestà e della sobrietà istituzionale.

Se la Casaleggio Srl ha deciso che la TAV non si deve fare evitino di commissionare studi a destra e manca, magari a simpatizzanti o militanti, e si assumano la responsabilità politica della loro decisione, senza scaricare su ‘tecnici organici’, pagati da pantalone, la realizzazione dei propri scopi e interessi”.