Gentiloni: “Imbarazzante l’atteggiamento che alcuni membri del governo hanno nei confronti del Presidente francese Macron”

479

Agenpress. Trovo però imbarazzante l’atteggiamento che alcuni membri del governo hanno nei confronti del Presidente della Repubblica francese. Il nostro ministro dell’Interno ha definito Macron un “demagogo chiacchierone”.

Si può fare di tutto in politica però bisogna avere il senso della misura e bisogna mantenere dei buoni rapporti con i vicini e con i potenziali alleati.

Chi ci governa si riempie la bocca col problema della sicurezza ma rischia di incrinare la nostra sicurezza anziché rafforzarla. Un paese che moltiplica i suoi nemici nella propria zona di riferimento e che prende a pesci in faccia la Tunisia e parla male del presidente francese non è un paese più sicuro ma è un paese in cerca di guai.

Quanto a Macron, non dico di mettere il suo ritratto dietro alla scrivania però l`Italia e la Francia hanno un legame storico e con Macron si può lavorare insieme. Su diversi temi europei i punti di contatto tra noi e lui sono molto seri. Non dobbiamo creare dei miti ma dire semplicemente che abbiamo degli interessi geopolitici in comune con i paesi del Mediterraneo come Francia, Spagna, Cipro, Grecia e Portogallo anziché fare delle alleanze con dei paesi che non hanno niente da offrire a noi.

E poi tra le forze progressiste e Macron c`è un punto di contatto, c`è un terreno possibile di collaborazione e di alleanza. E noi di questa alleanza abbiamo bisogno se non vogliamo consegnare l’Europa a una destra che non credo abbia i numeri per diventare fondamentale ma potrebbe comunque condizionare le cose.

Se non facciamo un fronte comune al di là della nostra famiglia democratica e socialista, io penso che facciamo un errore. Così possiamo vincere e possiamo impedire ai nazionalisti di avere un’influenza che non vogliamo.