Manovra. Di Maio. Reddito cittadinanza è prima misura. Ok flat tax se non aiuta i ricchi

487

Agenpress –  “La prima misura, insieme alle infrastrutture, è sicuramente il reddito di cittadinanza. Non significa dare i soldi alle persone per stare sul divano,  noi che siamo del Sud ce li ricordiamo i soldi dati alle persone per stare sul divano in cambio di voti, proprio per questo vogliamo fare una misura totalmente diversa per dare alle persone l’opportunità di reinserirsi nel mondo del lavoro”.

Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio parlando a Nola della legge di bilancio 2019. “Sono d’accordo ad abbassare le tasse, chi è che non è d’accordo. La condizione che abbiamo posto la Lega è che la flat tax non aiuti i ricchi, ma la classe media e le persone più disagiate che pagano le tasse da una vita”, ha aggiunto.  “Se la flat tax sarà questo  non avremo alcun problema a votarla”.

“Non ci sono tensioni sulla manovra, c’è un dibattito franco sul fatto che o si mantengono le promesse o è inutile che ci stiamo. Il nostro obiettivo è di portare a casa un risultato coraggioso ma che tenga i conti in ordine e su questo siamo compatti come governo”.

“C’è un’aspettativa enorme dei cittadini di ottenere quello che hanno votato. Gli italiani ci hanno votato per migliorare la loro qualità della vita”.