Scuola: 50 crolli e 13 feriti nell’anno scolastico 2017-18

1167

Agenpress. Le scuole italiane sono sempre meno sicure e rappresentano un rischio crescente per l’incolumità di studenti e personale scolastico. Lo afferma il Codacons, commentando gli ultimi dati su crolli e ferimenti registrati negli istituti italiani.

“Fino a che non si registrerà una nuova tragedia come quella del liceo Darwin di Rivoli nessuno farà nulla per porre rimedio al problema della sicurezza scolastica – afferma il presidente Carlo Rienzi – Dei fondi statali più volte annunciati per la messa a norma degli istituti nessuno sa più nulla, e intanto gli studenti rischiano ogni giorno la vita in scuole situate in zone sismiche e prive dei certificati previsti dalla normativa”.

“Presidi e sindaci devono disporre la chiusura immediata delle strutture a rischio perché responsabili in caso di incidenti, e i Prefetti, cui già ci siamo rivolti con una diffida, devono intervenire laddove non vengono adottati adeguati provvedimenti per garantire la pubblica incolumità” – prosegue Rienzi.

Intanto a partire da oggi sarà disponibile sul sito www.codacons.it il modulo attraverso il quale le famiglie possono diffidare gli enti locali ad intervenire urgentemente per la riqualificazione degli edifici scolastici, attraverso la verifica su agibilità, collaudo statico, impianti elettrici, idraulici, verifica di vulnerabilità sismica, certificazione igienico-sanitaria, certificazione di conformità antincendio, ascensori, ecc.