Cicchitto (ReL): Di Maio, faccia di bronzo parla di complotto mediatico

389

Agenpress. Di Maio ha proprio una faccia di bronzo: prima le sue dichiarazioni e quelle di Salvini hanno provocato lo spostamento di circa 70 miliardi dai nostri titoli poi lo sforamento del 2,4 è la sostanziale sconfessione del ministro del Tesoro hanno fatto crollate la borsa e aumentare gli spread indipendente da ogni posizione politica assunta in Italia.

Adesso egli parla di complotto mediatico fatto da chi critica la manovra e addirittura dal presidente della Repubblica accusandoli di essere loro a provocare la risposta dei mercati che se ci sarà o meno dipenderà da ben altro dalle dichiarazioni di questo o di quell’esponente politico ma che rispondono a ben altri criteri.

Lo scrive Fabrizio Cicchitto, presidente di Riformismo e Liberta’, ex presidente della commissione affari esteri della Camera.