Financial Time. Salvini mette la politica davanti alla stabilità. Battaglia con Ue innervosisce i mercati

449

Agenpress – “La battaglia di Salvini con l’Ue sul bilancio innervosisce gli investitori”, per i quali “un atteggiamento di sfida solleva timori” in quanto “il leader della Lega sta mettendo la politica davanti alla stabilità”.

E’ quanto si legge oggi sul Financial Times spiegando che sino a quando il premier Giuseppe Conte aveva incontrato il numero uno di BlackRock a New York gli investitori erano convinti che il governo avrebbe mantenuto un comportamento “amico dei mercati” e che Salvini “non era l’imprevedibile populista antieuropeo che molti avevano temuto”. Ma “ora”, sottolinea il quotidiani finanziario, “molti sono preoccupati di aver fatto un errore di giudizio”.

A Cernobbio Salvini  aveva “detto all’audience di investitori e capi d’impresa esattamente quello che volevano sentirsi dire”, ovvero “‘tutte le mattine, prima di chiamare i miei figli, controllo lo spread'”.

Invece, insieme,  a Marine Le Pen a Roma Salvini ha “lanciato una tirata contro gli speculatori alla Soros dopo che la Commissione Ue aveva avvertito il governo italiano che i piani di bilancio per il prossimo anno infrangevano le regole di spesa dell’eurozona”.

Con il salire dello spread, però, “chiunque abbia comprato il debito” italiano “dovrà asciugare perdite”, e la stessa BlackRock non ha voluto commentare. “La domanda che resta è a che punto i mercati finanziari potrebbero forzare Salvini a cambiare direzione”, si chiede il Ft, anche perché “quello che Salvini o la coalizione di governo possano fare per calmare i mercati a parte cambiare la direzione della manovra, non è chiaro”.

La certezza mostrata dal leader della Lega che gli italiani acquistino il debito al posto degli investitori stranieri è tutta da vedere: “dopo essere stati bruciati una volta dalle sue rassicurazioni, gli osservatori devono decidere ora se questa volta debbano prendere Salvini in parola”.