Roma. Oltre 7.300 incidenti stradali in 3 mesi, 35 vittime, molti i pedoni

524

Agenpress –  Oltre 7mila e 300 incidenti (7.379), 35 vittime e 3.193 feriti. Sono i dati, provvisori (per alcuni incidenti le istruttorie potrebbero non essere ancora chiuse), sull’incidentalità a Roma nel primo trimestre del 2018, rilevati dalla Polizia Locale di Roma Capitale ed elaborati dal Centro di Competenza sulla Sicurezza Stradale di Roma Servizi per la Mobilità, in ambito urbano (escludendo quindi il Raccordo e i tratti autostradali che entrano in città).

Quella che emerge, ancora una volta, è l’alta incidenza che colpisce i cosiddetti utenti deboli della strada, che rappresentano oltre il 74 per cento dei decessi e oltre la metà dei feriti. Tra i pedoni, tra gennaio e marzo, hanno perso la vita 19 persone (14 nel 2017); 493 i feriti. In moto e motorino, 6 i morti (7 lo scorso anno) e 1.121 i feriti. In bicicletta, sempre considerando il primo trimestre di quest’anno, una persona ha perso la vita e altre 32 sono rimaste ferite. Rispetto al primo trimestre dello scorso anno, il Centro di Competenza sulla Sicurezza Stradale ha registrato una diminuzione del numero dei feriti (-11 per cento), mentre il numero di incidenti e vittime si attesta su valori simili.

Il Centro di Competenza sulla Sicurezza Stradale è una struttura tecnica specificamente dedicata alla raccolta e alla gestione dei dati di incidentalità, oltre che alla realizzazione di attività e iniziative volte a migliorare gli standard di sicurezza stradale nel territorio comunale. Realizzata con i finanziamenti disposti nell’ambito del primo programma di attuazione del “Piano Nazionale della Sicurezza Stradale”, il Centro di Roma Servizi per la Mobilità opera per conto del Dipartimento Mobilità e Trasporti di Roma Capitale, con il compito di ampliare il quadro delle conoscenze e supportare le attività di programmazione e progettazione dell’Amministrazione.

Le attività di analisi dei tassi di incidentalità in città sono realizzate con il Sistema Informativo Sicurezza Stradale, che acquisisce i numeri forniti dalla Polizia Locale di Roma Capitale e li integra con le altre banche dati (Istat, traffico, velocità, dati territoriali, socio‐economici, sanitari) di cui dispone l’Agenzia per la Mobilità. Tra le attività del Centro, attività di formazione informazione (anche nelle scuole), elaborazione di piani e programmi di sicurezza stradale, progettazione di misure e interventi per la messa in sicurezza delle infrastrutture.