Maullu (FI): “Valutazioni di Moody’s non sono credibili”

460

Agenpress. “Le valutazioni di Moody’s non sono per nulla credibili, e la storia recente del nostro Paese lo dimostra in maniera perfettamente chiara. Moody’s declassò l’Italia anche nel 2012, cambiando idea nel giro di un mese e arrivando addirittura a sostenere che grazie a Monti il Paese sarebbe uscito dalla crisi l’anno successivo, nel 2013. Moody’s ha già perso una buona parte della sua credibilità, per cui non è assolutamente affidabile.

Anziché concentrarsi sui declassamenti di Moody’s, in questo momento bisognerebbe trovare il coraggio per correggere il tiro della manovra, indirizzandola verso la crescita reale e lo sviluppo del Paese”.