Moria delle Api, Fornaro e Muroni (LEU): servono azioni più decise in Italia e in Europa contro il glifosato

787

Agenpress. “Oltre ad essere pericoloso per l’uomo e per l’ambiente, il glifosato è pericoloso anche per le api. Un nuovo studio condotto negli Usa da ricercatori dell’università di Austin indica che l’erbicida più venduto al mondo è corresponsabile della moria di api mellifere.

Secondo il citato studio il glifosato altera il microbioma intestinale delle api, esponendole ad un maggior rischio di infezioni. In virtù di queste evidenze scientifiche, abbiamo sollecitato con una interrogazione il ministero dell’Agricoltura ad emanare linee guida più stringenti per l’uso del glifosato in agricoltura. Avendo particolare attenzione per quanto riguarda l’esposizione delle api mellifere. La moria di questi importanti insetti impollinatori rappresenta infatti un grave danno all’economia e alla biodiversità.

Rispondendo in Commissione il Sottosegretario Manzato ci ha assicurato che il MIPAAFT sta acquisendo le valutazioni dell’Ispra sugli effetti del glifosato rilevati dal nuovo studio per decidere, di concerto con i ministeri dell’Ambiente e della Salute, le eventuali ulteriori iniziative da adottare.

Auspichiamo che tali valutazioni si concludano in tempi rapidi e che si approfitti dell’occasione per agire in modo più netto e deciso contro l’uso del glifosato, nonché per farsi promotori in Ue di una revisione dell’autorizzazione. Certamente continueremo a seguire la questione e a sollecitare il governo sul tema”.

Così i deputati LeU Federico Fornaro e Rossella Muroni, commentando la risposta del MIPAAFT alla loro interrogazione sugli effetti nefasti del glifosato sulle api mellifere.