Raggiunto accordo transattivo tra Gruppo De Masi e Banca Monte dei Paschi

558

Agenpress. Il Ministero dello Sviluppo Economico, nel contesto della propria attività di supporto delle imprese in difficoltà, attraverso il coordinamento di appositi “tavoli di crisi”, comunica che Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. ed il Gruppo De Masi hanno raggiunto un accordo per porre termine ad una lunga controversia che ha visto le parti (in origine Banca Antonveneta) contrapposte per oltre quindici anni.

L’accordo transattivo, favorito dal fondamentale ruolo di mediazione svolto dal Ministero dello Sviluppo Economico, consentirà una forte ristrutturazione del debito aziendale del Gruppo De Masi, coniugata con un recupero di risorse che consente al Gruppo di restare sul mercato attuando il piano d’espansione che – oltre a salvaguardare i livelli occupazionali e l’intero indotto – porterà l’azienda nei prossimi 4 anni ad un organico di 160 persone.

Antonio De Masi ha subìto pesanti intimidazioni mafiose che lo portano oggi a vivere sotto scorta e avere la sua azienda piantonata giorno e notte dall’esercito. Grazie all’intervento del Ministro Luigi Di Maio al Ministero dello Sviluppo Economico è stata dunque sancita la fine di una vicenda spiacevole e complessa.