Bce. Draghi. Tassi a imprese e famiglie saliti. Italia come Brexit è fra le incertezze

438

Agenpress – I dati recenti, anche se un po’ più deboli, confermano “un’espansione in corso ben diffusa e pressioni inflazionistiche in graduale rialzo” per l’Eurozona. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi.

“Di fronte a qualunque evenienza, il consiglio direttivo della Bce è pronto a regolare i propri strumenti per assicurare che l’inflazione continui a muoversi verso l’obiettivo”.

I rischi per le prospettive economiche dell’Eurozona delineate dalla Bce rimangono “ampiamente bilanciati”, ha detto ancora Draghi,  pur citando la spinta negativa proveniente dal protezionismo e dalla volatilità sui mercati che restano rischi importanti.

Il rialzo dello spread sta causando un rialzo dei tassi a famiglie e imprese: “stanno salendo”, che oggi si attesta 313 punti base.

Draghi si dice “fiducioso che si troverà un accordo”. Anche l’Italia, come Brexit e la guerra commerciale, è fra le incertezze per lo scenario economico dell’Eurozona”.