Ue. Moscovici: Salvini nazionalista e xenofobo. E su manovra Italia rispetti regole comuni”

2900
Il commissario agli affari economici europei Pierre Moscovici.

Agenpress – “Il signor Salvini non incarna ciò che amo, il signor Salvini è un leader di estrema destra, alleato di Madame Le Pen, che rasenta continuamente il nazionalismo e la xenofobia, ma l’Italia resta una grande democrazia e auspico che resti tale”.

Lo ha detto  il commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici. E sulla manovra italiana ribadisce che “quando appartieni alla zona euro non puoi fare come ti pare. Perché? Perché i governi e gli Stati hanno firmato insieme dei Trattati, in particolare il Patto di Stabilità e crescita,che impone regole comuni. Tutti le rispettano, se qualcuno improvvisamente dice: ‘questa regola non vale niente’, non lo dice solo al suo popolo ma anche agli altri”.

“Che il governo italiano voglia attuare un piano di lotta alla povertà, investimenti in infrastrutture, lo capisco benissimo e non discuto neppure”. E tuttavia, in “questa vicenda qui, non si può opporre la legittimità degli uni alla legittimità degli altri”. Quindi un nuovo accorato appello all’Italia affinché rispetti le “regole comuni”.

Una “parola che rifiuto totalmente è la parola ‘punire’. Non sono mai stato partigiano delle sanzioni. Le sanzioni sono sempre ciò che può succedere alla fine, ma sono la peggiore delle vie d’uscita”, ha aggiunto dicendosi  a favore di un “dialogo ininterrotto, continuo e vigoroso con l’Italia”.