Maullu (FI): “Da Ue minacce e valutazioni non richieste, ora basta”

427

Agenpress. “Ne abbiamo davvero abbastanza delle valutazioni di Moscovici e Dombrovskis, di tutti quei burocrati europei che portano avanti un’insensata campagna elettorale ai danni dell’Italia, minacciando di metterla all’angolo.

Dombrovskis ha addirittura lanciato un ultimatum: se non vi sarà una “correzione considerevole” della manovra, l’Ue potrebbe decidere di applicare la procedura d’infrazione.

Nel giro di poche ore, si è passati dalle valutazioni non richieste di Moscovici alle minacce vere e proprie, questa volta ad opera di Dombrovskis. Chi avrebbe bisogno di una “correzione considerevole” è proprio l’Europa di questi burocrati, sempre più miope e lontana dalla quotidianità dei cittadini”.

Lo afferma Stefano Maullu, europarlamentare di Forza Italia.