#ACASALORO: il progetto fotografico che dice no alla mancanza di fondi dell’editoria

630

Il progetto fotografico #ACASALORO, ideato dal fotoreport Alex Mezzenga, sarà presentato a Roma il 24 novembre presso la Libreria Booklet “Le Torri” e il 29 novembre presso l’Auditorium di Spin Time Labs


Agenpress. La crisi dell’editoria minaccia di silenziare la fotografia documentaristica, uno strumento di testimonianza che non andrebbe mai messo a tacere per carenza di fondi economici. Per ridare voce al racconto fotografico, il fotoreporter di guerra Alex Mezzenga, ha creato #ACASALORO, un progetto di crowdfunding a sostegno dei fotoreportage in zone di conflitto.

Il mondo dell’informazione si trova davanti ad un paradosso”spiega Alex Mezzenga. “Se da un lato aumenta la voglia del pubblico di essere sempre informato su ciò che accade nel mondo, dall’altro i fondi a disposizione per l’editoria sono sempre meno, con buona pace di giornalisti e fotoreporter. È per cercare di invertire questa tendenza che ho dato vita a un progetto fotografico finanziato con la raccolta fondi”. 

Il progetto #ACASALORO ha l’obiettivo di narrare attraverso l’immagine fotografica, e in completo autofinanziamento, storie esemplari di resilienza e coraggio in territori tormentati, come Somalia e Siria, che saranno teatro dei primi reportage previsti per gennaio e aprile 2019. Resoconti fotografici realizzati proprio in quei luoghi da dove le persone scappano, per comprendere come poterle realmente aiutare e se davvero, migliori condizioni di vita, renderebbero meno interessante l’opzione (costosa e pericolosa) di emigrare.

Per presentare il progetto al pubblico, Mezzenga ha scelto due luoghi che sono simbolo di coraggio, aggregazione e condivisione della cultura. 

Sabato 24 novembre alle ore 17.00, il fotoreporter inaugurerà una Mostra Fotografica e proietterà i suoi fotoreportage del mondo presso la Libreria Booklet “Le Torri” (Roma, Via Amico Aspertini 410). Nata dalla forte volontà di portare la cultura anche nell’estrema periferia dell’imprenditrice Alessandra Laterza, è la prima libreria nel quartiere romano di Tor Bella Monaca, con libri al 50% del costo di mercato, possibilità di ordinare testi scolastici e anche di nuova uscita. Alle ore 18.00 Mezzenga illustrerà le fasi del progetto e le motivazioni che l’hanno spinto a realizzarlo, con un dibattito aperto dal titolo “La storia esiste solo se qualcuno la racconta”, moderato dalla giornalista Anna Grazia Concilio.

Giovedì 29 novembre alle ore 18.30, dopo un’introduzione al progetto a cura di Manuel Onorati e Flora Cianciullo, Mezzenga ospiterà la giornalista Federica Angeli presso l’Auditorium di Spin Time Labs (Roma, Via di S. Croce in Gerusalemme 55), alla presenza di esponenti della rete NO BAVAGLIO, che sostengono il progetto del fotoreporter romano.

Obiettivo dell’incontro con la nota giornalista del quotidiano La Repubblica – nell’ex sede dell’INPDAP, che dopo anni di abbandono è stata occupata da Action e trasformata in abitazione per centinaia di persone bisognose, oltre che in centro culturale polifunzionale – è quello di presentare #ACASALORO, parlare di censura e creare un momento di riflessione sulle difficoltà in cui versa la fotografia documentaristica e il giornalismo d’inchiesta. A sostenere il progetto, saranno presenti esponenti della rete NO BAVAGLIO.