lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Editoria M5s: “Una stampa libera e un’informazione corretta sono alla base del cambiamento”

M5s: “Una stampa libera e un’informazione corretta sono alla base del cambiamento”

891

Agenpress. Quando i media diffondono notizie false, offensive o diffamatorie, ledono due principi fondamentali.

Il primo è quello della libertà di stampa. Ovvero la libertà dei giornalisti di raccontare i fatti in maniera oggettiva e indipendente, senza condizionamenti o imposizioni da parte di lobby, poteri forti o editori in conflitto di interessi e legati a filo doppio alla politica. Editori che spesso ricevono enormi finanziamenti dallo Stato e che, tuttavia, costringono moltissimi giornalisti a lavorare sotto il ricatto del precariato e di un compenso iniquo.

Il secondo principio è il diritto dei cittadini ad avere un’informazione autentica, veritiera e imparziale. Un’informazione che rispecchi correttamente la realtà dei fatti. Un’informazione libera, appunto.

Quando il quotidiano Libero titola “Patata bollente”, parlando della sindaca Virginia Raggi, che servizio dà ai cittadini?
Quando Il Messaggero attribuisce a Luigi Di Maio degli Sms falsi sul caso Marra, che tipo di informazione offre ai lettori?

Noi del Movimento 5 Stelle ci battiamo per questo.
Ci battiamo affinché la stampa sia libera e i cittadini abbiano accesso a un’informazione corretta.

Ci battiamo per denunciare come l’informazione, sempre più spesso, venga usata da certi editori per fini politici, con lo scopo di delegittimare il MoVimento 5 Stelle e le iniziative dei nostri sindaci, parlamentari e ministri. Iniziative che sono state votate da milioni di cittadini e su cui i cittadini hanno il diritto di essere informati in maniera corretta, libera e imparziale.

Per questo interverremo con la legge contro il conflitto di interessi degli editori e per un equo compenso a tutti i giornalisti.