Governo, Sen. Bellanova (PD): “Dilettanti allo sbaraglio: incompetenti e pericolosi”

435

Agenpress. “Tutto questo ha dell’incredibile. Prima aprono un conflitto con l’Europa senza capire bene perché, poi fingono di scrivere una Manovra che hanno già affermato di voler modificare in parte e da cui manca l’articolazione dei provvedimenti più impegnativi come quota 100 e reddito di cittadinanza, quindi incontrano in ordine sparso le parti sociali, prima Salvini poi Conte infine Di Maio, per ricevere suggerimenti, annunciando tavoli permanenti sugli stessi temi già oggetto della Manovra.

Infine Conte arriva in Parlamento e, prima alla Camera adesso al Senato, annuncia che i saldi cambieranno. Su cosa abbiamo discusso, allora, fino a questo momento? E’ questa la considerazione per le Commissioni e l’Aula? E poi si stupiscono se vengono definiti pericolosissimi dilettanti allo sbaraglio. Abbiamo perduto mesi preziosi appresso al nulla, mentre i risparmi dei cittadini italiani venivano gravemente messi a rischio”.

Così la Senatrice Teresa Bellanova commentando alcune delle dichiarazioni rese dal Ministro Di Maio nella conferenza stampa dopo l’incontro al Mise con le associazioni datoriali e le affermazioni del Premier Conte sulla Manovra rese in Parlamento.

“Questa Manovra, ancora prima di diventare Legge ha già fatto danni enormi”, prosegue la Senatrice Bellanova, “in perfetta linea con il cosiddetto Decreto Dignità che ha prodotto e produrrà solo precarietà, licenziamenti, disoccupazione. Siamo contenti che Di Maio abbia preso appunti mentre le associazioni datoriali gli ricordavano quello che vanno dicendo da mesi. Forse, il rispetto che deve alla rappresentanza avrebbe imposto un metodo diverso: quello del confronto di merito. Fissato invece a data da destinarsi.

Ancora una volta non si smentiscono. Un Governo di incompetenti, con Ministri che fingono di voler capire ma sono solo ossessionati dai sondaggi e dal conflitto ormai permanente tra Lega e 5Stelle, totalmente incuranti dei problemi reali che il Paese è costretto, causa loro, ad affrontare ogni giorno”.