Antitrus: sospesi siti con meccanismo vendita “Buy and Share”

560

Agenpress. Il metodo di vendita “buy and share” è da tempo nel mirino del Codacons, che ha ricevuto numerose segnalazioni di utenti che hanno perso soldi attraverso siti specializzati in tale tipologia di compravendita.

“Siamo lieti l’Antitrust abbia adottato provvedimenti su alcuni operatori che utilizzano tale meccanismo di vendita, ma crediamo che l’intero sistema “buy and share” debba essere vietato in Italia, perché non garantisce adeguate tutele ai consumatori – spiega il presidente Carlo Rienzi – Non è possibile infatti condizionare la conclusione del contratto vendita alla partecipazione di altri acquirenti, rendendo di fatto il consumatore un procacciatore di clienti: in tal modo si crea una distorsione del mercato dell’e-commerce con conseguenze negative per gli utenti i quali, in numerosi casi, hanno versato somme di denaro senza ottenere né il bene prescelto, né il rimborso di quanto pagato”.

“Crediamo che tali forme di compravendita debbano essere del tutto vietate in Italia, perché non forniscono adeguate tutele ai consumatori e non garantiscono i diritti basilari degli utenti” – conclude Rienzi.