Bellanova (PD): “Alla Ministra piace raccontare bugie. Quello che c’è per il Mezzogiorno lo abbiamo messo in campo tutto noi”

441

Agenpress. “Alla Ministra Lezzi, che vanta i risultati di un lavoro ordinario quasi fossero miracoli, ricordo che la quota del 34% per investimenti pubblici nel Mezzogiorno è già legge dello Stato grazie ai Governi a guida Pd e che con Connettere l’Italia la percentuale degli investimenti dedicati al Mezzogiorno già a partire dal 2017 era cresciuta dal 34 per cento al 45%. Basta leggere l’addendum che stanziava le risorse per il 2017 per il Contratto di programma tra RFI e Stato.

Esibire come un grande risulto il 34% proprio su questo terreno, significa fare tre passi indietro.

E significa tradire alla radice la strategia di una qualità territoriale che, proprio come in Connettere l’Italia, aveva come obiettivo le connessioni tra mobilità territoriale efficiente e alta velocità. Individuare oggi come prioritaria solo la mobilità territoriale significa non avere in mente nessuna idea di quello che il Mezzogiorno può rappresentare negli scenari internazionali e globali, e non aver elaborato nessuna strategia conseguente.

Ricordo poi che la bonifica di Bagnoli, e la strategia di rilancio del sito, è diventata possibile, dopo anni di inerzia, grazie a noi.

Alla Ministra piace raccontare bugie anche sul sostegno all’occupazione nel Mezzogiorno. Il bonus Sud per le assunzioni a tempo indeterminato, che già ad ottobre 2017 aveva favorito 100mila assunzioni a tempo indeterminato di cui circa 50mila di lavoratori tra i 28 e i 55 anni, viene dai nostri Governi ed era già esteso agli over 35 con sei mesi di inattività.

Sono mesi che i Ministri di questo Governo mistificano costantemente la realtà. È insopportabile come continuino a prendere in giro i cittadini e gli elettori. Il Mezzogiorno avrebbe bisogno di un lavoro serio, non di questi metodi squallidi”.

Così la Senatrice Teresa Bellanova a proposito di alcune recenti dichiarazioni della Ministra Lezzi.