Ronghi – Cogliati (Sud Protagonista): Manovra, Lega e 5 Stelle provocano recessione

661

Agenpress. “Il popolo italiano esce distrutto da quella che era stata promessa come la ‘manovra del popolo’: reddito di cittadinanza ridotto all’osso, taglio della indicizzazione delle pensioni a partire da 1500 euro, riduzione degli investimenti per un miliardo e 200 milioni per il Sud e finanche aumento della tassazione sulle auto di media cilindrata. Altro che sconfitta della povertà! Altro che governo del cambiamento!”.

E’ quanto affermano il Segretario federale e il Responsabile delle politiche economiche di “Sud Protagonista”, Salvatore Ronghi e Alessandro Cogliati, che aggiungono: “il caos istituzionale al Senato è servito solo a gettare fumo negli occhi dei cittadini dopo tre mesi di ‘giochi numerici col pallottoliere’ che sono terminati con la resa all’Europa”.
“I 7 miliardi per il reddito di cittadinanza e i 4 miliardi per quota 100 sono palesemente insufficienti per mantenere le roboanti ed irrealizzate promesse – aggiungono Ronghi e Cogliati – per i quali” Lega e M5S hanno attuato una pericolosa strategia che condurrà l’Italia alla recessione imminente”.

“Adesso, per continuare ad ingannare gli italiani, 5 stelle e Lega daranno la colpa all’Europa e chiederanno il loro voto alle elezioni europee, ripromettendo ancora reddito di cittadinanza e quota 100, senza parlare mai di lavoro vero e, quindi, continuando a danneggiare il centro-sud.

“Sud Protagonista” – concludono Ronghi e Cogliati – continuerà la propria battaglia politica per rivendicare lavoro e sviluppo al centro-sud”.