Fabrizio Cicchitto (ReL): Calcio, situazione di per sé gravissima ma preoccupa ambiguità del Ministero dell’Interno

309

Agenpress. La situazione del calcio è gravissima con possibili implicazioni di carattere generale. In primo luogo una componente esplicitamente nazista, razzista e squadrista si è inserita fra gli ultrà e condiziona tutti: i tifosi normali e le società e l’andamento delle partite.

In secondo luogo il vertice del calcio è chiaramente inadeguato come dimostrano le dichiarazioni e i comportamenti del presidente della FGCI Gravina, del presidente dell’associazione arbitri Necchi, dell’arbitro Mazzoleni.

L’unica eccezione positiva è costituita dal Procuratore Pecoraro. Ma l’aspetto più grave è che a fronte di questa situazione nell’ambito della tifoseria c’è un ministro degli Interni Salvini da sempre schierato sul fronte degli ultrà che quindi ha una mano assai morbida persino nei confronti della componente estremista squadrista e nazista. Le sue uscite in queste ore sono una preoccupante testimonianza di una posizione assai ambigua.

Così Fabrizio Cicchitto, presidente di Riformismo e Liberta’, ex presidente della commissione affari esteri della Camera.