Porchietto (FI): M5s, il nuovo Comunismo che vuole uguaglianza nella povertà e Parlamento esautorato

452

Agenpress. Come sempre il presidente Berlusconi si distingue per lungimiranza. Lo aveva detto e ripetuto: i 5 stelle sono i nuovi comunisti, che costringono i cittadini in una condizione di permanenza nella emarginazione sociale e pensano di cavarsela con un sussidio di sopravvivenza. La certificazione di questa condizione è negli atti quotidiani del governo giallo-verde, che sta spaccando l’Italia in due, con il Sud ingabbiato nell’immobilismo.

Senza contare il mancato rispetto delle prerogative del parlamento e del diritto delle minoranze di esprimersi con libertà. La democrazia è a rischio se lo Stato si permette di perseguire a vita il popolo.

Così l’on. Claudia Porchietto (Fi).