Carige. Il governo salva la banca e Renzi attacca Salvini e Di Maio: “vergognatevi”

345

Agenpress –  “Sono bastati dieci minuti di una riunione notturna del Consiglio dei ministri per smentire cinque anni di insulti e menzogne contro di noi. Matteo Salvini e Luigi Di Maio devono solo vergognarsi”.

E’ quanto dice Matteo Renzi attaccando Luigi Di Maio e Matteo Salvini, dopo l’intervento del governo su banca Carige, sulla quale è intervenuto il governo tentando il salvataggio con un decreto legge approvato ieri sera in Consiglio dei ministri. Il provvedimento ‘Disposizioni urgenti per la tutela del risparmio nel settore creditizio’ prevede due misure: la garanzia di Stato sulle emissioni dei nuovi bond della banca, come già accaduto con le banche venete, e la possibilità per Carige di accedere, “attraverso una richiesta specifica”, a una ricapitalizzazione pubblica a carico del Tesoro.

“Hanno approvato un decreto per salvare la banca di Genova. Giusto, serve ai risparmiatori.  Ma così certificano di aver mentito quando attaccavano noi sulle Venete, Etruria, Ferrara. Il tempo è galantuomo e fa giustizia delle tante bugie di questi piccoli imbroglioni”.

Anche per  l’ex ministra Maria Elena Boschi: “ieri il Governo del cambiamento ha salvato una banca. Giusto così, per i risparmiatori. Ma se fossero uomini seri oggi Di Maio e Salvini dovrebbero riconoscere che hanno fatto la stessa cosa che abbiamo fatto noi. Non lo faranno. Perché la parola verità non appartiene al loro vocabolario” scrive la deputata del Pd.

A stretto giro, sempre via Facebook, arriva la replica di Salvini: “Mentre Renzi e Boschi i risparmiatori li hanno ignorati e dimenticati, noi siamo intervenuti subito a loro difesa senza fare favori alle banche, agli stranieri o agli amici degli amici – rimarca il vicepremier -. Bene l’azione a tutela dei risparmiatori liguri e italiani e bene il miliardo e mezzo stanziato in manovra per gli altri cittadini truffati”.