Migranti. Molteni (Lega). Nessuna sconfitta per Salvini. I porti italiani restano chiusi

421

Agenpress – “Non la vedo proprio. La vittoria di Salvini è indiscutibile. Le due imbarcazioni, che si pensava attraccassero in Italia come è sempre accaduto prima che ci fosse Salvini al Viminale, sono sbarcate a Malta. Quindi l’onore dell’identificazione e le pratiche di domande d’asilo sono spettate a Malta e non a noi” e “questa è la riprova che i porti italiani, alla faccia dei buonisti di sinistra, restano sbarrati”.

Lo dice il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni, che non intende  parlare di “sconfitta” della Lega sull’immigrazione  spiega:  Inoltre, “prima che uno di questi nuovi migranti metta piede sul suolo italiano, l’Europa si deve fare carico di ricollocare i 200 migranti arrivati a luglio a Catania e a Pozzallo. Questa è la nostra linea”.

“La gestione dell’immigrazione è, fortunatamente, nelle salde mani del ministro dell’Interno”, dice e smentisce contrasti: “La linea della fermezza è stata possibile grazie anche al sostegno di Di Maio e di tutto il governo Conte”. E sul fatto che il decreto sul reddito slitta, commenta: “Nessuna rivalsa. Noi siamo leali con i 5Stelle. Il reddito di cittadinanza è la loro priorità, la legittima difesa è la priorità della Lega”, “tra Lega e M5S non ci sono né veti né giochetti. Questo è il governo della trasparenza”.