Migranti, Maullu (FdI): “Ue intervenga, non può restare a guardare”

346

Agenpress. “Di fronte all’ennesima tragedia nel Mediterraneo, è arrivato il momento che l’Ue inizi ad attivarsi concretamente per fermare le partenze, per finanziare un grande piano di investimenti per le regioni più povere dell’Africa. Le Istituzioni Europee non possono restare a guardare, è arrivato il momento di agire”.

Lo afferma Stefano Maullu, europarlamentare di Fratelli d’Italia.

“Se non si interverrà immediatamente con un blocco navale al largo della Libia, come suggeriamo da anni, le attività illegali dei trafficanti continueranno a mietere vittime, con conseguenze dannose specialmente per l’Italia. Le partenze possono essere bloccare soltanto con un’azione decisa, con un radicale cambiamento dell’approccio europeo nei confronti delle ondate migratorie.

Il primo aspetto da cambiare è l’inaccettabile tendenza, da parte di una certa Europa, a sostenere indiscriminatamente l’operato delle Ong, propagandando un’idea di accoglienza che appare completamente sbagliata. È un cambiamento che deve iniziare al più presto, o le tragedie nel Mediterraneo continueranno a ripetersi”.