Vicenza. Getta a terra la figlia di tre giorni e la uccide. Poi tenta il suicidio. Arrestata

399

Agennpress – Aveva solo tre giorni, la neonata morta la scorsa notte all’ospedale San Bortolo di Vicenza dopo essere stata gettata a terra in casa dalla madre.

L’orribile gesto, probabilmente causato dallo stress e da una depressione post partum, è avvenuto domenica sera verso le 19 in una villetta di Lisiera di Bolzano Vicentino, nell’hinterland di Vicenza.  La donna, di 41 anni, subito dopo ha tentato il suicidio ferendosi alla gola con un coltello. A intervenire è stato il marito della donna e padre della bimba, che ha chiamato il 118.

A dare l’allarme ai soccorsi è stato il marito e neo padre che ha assistito incredulo al raptus della compagna. In attesa dell’arrivo dell’ambulanza ha chiesto aiuto ai vicini di casa, mentre la donna si faceva del male in bagno. I

Gli operatori sanitari del Suem, giunti nell’appartamento, hanno trasportato la donna e la neonata al San Bortolo. La piccola è stata ricoverata in Terapia intensiva pediatrica ma è morta all’alba. La madre è stata arrestata e ora è piantonata nel reparto di Psichiatria.