Gli italiani pagano in contanti…. anche all’estero

457

Agenpress –  L’amore degli italiani per il contante travalica anche i confini nazionali; secondo l’indagine di mUp Research e Norstat per Facile.it, sono quasi 14 milioni (33% del campione) i consumatori che dichiarano di usare banconote e monete anche durante i viaggi all’estero.

Più nello specifico, il 24% sceglie di prelevare prima della partenza una somma di contanti sufficiente a coprire i costi della vacanza mentre il 9%, pari a 4 milioni di persone, opta per prelevare la moneta locale direttamente nel Paese di destinazione, noncurante delle possibili commissioni bancarie per il prelievo o per il tasso di cambio che potrebbe essere svantaggioso. 24,5 milioni quelli che, invece, scelgono di partire con la minima somma necessaria di contanti, per poi pagare tutto con carte elettroniche.

Di seguito le tabelle riassuntive dei principali dati emersi dall’indagine:

 

Potendo scegliere, preferisce pagare in contanti o con sistemi di pagamento elettronico?
Contanti 37%
Carte elettroniche o altri sistemi di trasferimento denaro 63%
Nella pratica, quanto effettivamente utilizza i contanti? Ogni 100 euro di spesa, quanti euro vengono pagati in contanti e quanto con carte elettroniche?
Contanti 43€
Carte elettroniche o altri sistemi di trasferimento denaro 57€
Per quali spese usa i contanti in Italia?
Spese di piccolo taglio 69,6%
Solo quando la carta elettronica non è accettata 17,8%
Per qualunque spesa, il pagamento in contanti è la mia prima scelta 11,9%
Quando si reca all’estero, Lei preferisce…?
Partire con il minimo necessario di contanti e poi pagare tutto con carte elettroniche 57,3%
Prelevare una somma di contanti sufficiente a pagare le spese della vacanza 23,9%
Prelevare contanti direttamente a destinazione 9,4%
Pagare solo con carte elettroniche 9,4%