Annamaria Franzoni è tornata libera. Pena espiata

486

Agenpress. “Da un lato sono contenta, dall’altro vorrei trovare la maniera di far capire alla gente che non sono stata io” – dichiara Annamaria Franzoni condannata nel 2008 a 16 anni per l’omicidio del figlio Samuele di tre anni, a Cogne il 30 gennaio 2002.

E’ stata informata dal Tribunale di sorveglianza di Bologna che la sua pena è espiata, con mesi di anticipo rispetto alle previsioni, potendo usufruire di molti giorni di liberazione anticipata per la buona condotta.

La donna era uscita dal carcere nel giugno del 2014 per scontare il resto della pena ai domiciliari, qualche mese prima era stata ammessa al lavoro esterno in una coop sociale e aveva già avuto alcuni permessi per passare periodi a casa con il marito e i suoi due figli.