Berlusconi. “Proporremo referendum per Tav e reddito cittadinanza. Salvini non rompe con il M5S?”

452

Agenpress – Silvio Berlusconi d’accordo con  “la proposta del referendum sulla Tav e sul reddito di cittadinanza”.

Nel suo intervento a favore del candidato presidente del centrodestra alla Regione d’Abruzzo, Marco Marsilio, in vista delle elezioni regionali del prossimo 10 febbraio, Berlusconi ha parlato della situazione nazionale.”Un programma che preveda meno tasse, che preveda meno Stato è l’unica cosa necessaria per far ritornare l’Italia ad essere quello che deve essere”.

“Ricordatevi – ha precisato Berlusconi – che l’edilizia è il motore di tutto e come dicono i francesi ‘quando le costruzioni vanno tutto va”. Tra gli altri punti del programma illustrati da Berlusconi, la riforma della giustizia, la salvaguardia alla privacy nelle intercettazioni, limitazione della custodia preventiva, diritto alla difesa, riduzione dei tempi dei processi, blocco dell’immigrazione.

Berlusconi ha parlato anche della legge sulla legittima difesa. “Quando qualcuno entra a casa tua con una pistola è già lo Stato che viene a mancare e a quel punto abbiamo il diritto di difenderci come meglio possiamo senza correre il rischio di incorrere in anni di processi per eccesso di legittima difesa”.

Berlusconi dice di essere “in totale disaccordo” con la decisione di Matteo Salvini “di non rompere il contratto con il M5s”. Il leader di Forza Italia sottolinea poi che, dopo la conferenza stampa di giovedì del centrodestra unito in Abruzzo, “l’incontro in privato è stato cordiale”. Sul vicepremier aggiunge: “Continua a ripetere questa frase per stare in pace con i suoi compagni di governo”.

“Sarebbe una buona cosa”, sottolinea Berlusconi, se la conferenza stampa del centrodestra unito sarà replicata in Sardegna in vista del voto del 24 febbraio. Che effetto da stare vicino a Salvini? “A me stare vicino ai maschi non fa nessun effetto….”, risponde ironicamente.

Sullo scontro tra Francia e Italia, il leader FI dice: “Sono cose non devono capitare, sono cose che fanno male. Io sono amico della Francia, ho studiato anche alla Sorbona, sono addolorato anche personalmente”.

Commentando le stime al ribasso della crescita nel 2019, Berlusconi dichiara: “Giovedì il mio gruppo ha perso più di 100 milioni di euro in Borsa. Questo vuol dire che siamo tutti toccati, tutto ciò che fa il M5s al governo ha inciso drammaticamente sul Paese”.