Migranti. Polizia francese spruzza spray urticante sul treno Ventimiglia-Nizza

527

Agenpress – Gli agenti francesi sono accusati di aver spruzzato spray urticante giovedì mattina intorno alle 7 sul treno partito da Ventimiglia e diretto a Nizza.

Per far uscire degli stranieri nascosti in un bagno del treno gli agenti hanno spruzzato qualcosa, probabilmente spray urticante, che ha raggiunto anche i viaggiatori nella carrozza provocando bruciori, tosse e anche alcuni momenti di confusione e panico. È avvenuto in Francia vicino alla stazione di Menton Garavan.

La stazione di Menton è la prima in territorio francese una volta oltrepassato il confine arrivando dall’Italia. Secondo quanto hanno riferito alcuni passeggeri gli agenti hanno dapprima cercato di forzare la porta della toilette della carrozza nella quale si erano chiusi i migranti utilizzando una sorta di grossa tronchese e hanno quindi spruzzato la sostanza urticante per farli uscire.    “Andavo a Monaco – racconta Penepole D., una passeggera del treno Ventimiglia-Nizza di questa mattina -. Prima della stazione di Garavan, il treno si è fermato per una decina diminuti. In stazione sono saliti i poliziotti, che come al solito hanno chiesto i documenti a tutti. Pochi minuti dopo abbiamo iniziato a starnutire e a tossire”.    “A distanza di tre ore sento ancora i bruciori – prosegue Penepole -. Un gruppo di ragazzi pensava fosse un brutto scherzo, ma non ci si può comportare così e se qualcuno fosse allergico?”.    I migranti, alla fine, sono usciti e gli agenti li hanno condotti in caserma.

“Dal bagno dove si erano chiusi i tre giovani africani arrivavano urla disumane  Un fatto del genere era già accaduto la settimana scorsa, ma nessuno aveva visto tanta violenza. Siamo rimasti tutti increduli e scioccati. Tutto ciò è legale?”, ha raccontato una testimone.