Europee, Brignone (Possibile): Serve proposta larghissima, basta ‘bradipismi’ a sinistra

428

Agenpress. “Se e quando l’offerta da questa parte del campo ha funzionato, negli ultimi decenni, arrivando a governare, è perché è stata capace di mettere in campo una visione ampia e inclusiva della società, di unire quelle che di fatto sono minoranze, fino a trasformarle in maggioranza. Dando agli elettori la possibilità di scegliere, all’interno di un ventaglio di interessi diversi – ma non divergenti – chi pensava li avrebbe rappresentati meglio. Non c’è, in questo momento, nessun attore tra quelli in campo che possa seriamente sostenere di fare altrettanto stando da solo”.

Lo scrive la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, lanciando un appello pubblicato sul sito possibile.com sull’organizzazione a sinistra per le prossime Europee.

“Non si tratta di costruire l’ennesimo cartello raccogliticcio con evidenti scopi elettorali – aggiunge Brignone – si tratta di presentare in fretta un progetto di Governo del Paese in cui tutti siano disponibili a mettere in discussione qualcosa, e però per tutti sia possibile contribuire: si tratta di rinnovare quella promessa che in questi anni, dalle larghe intese in poi, è stata tradita, e di riottenere la fiducia di coloro che ne sono rimasti delusi e per questo si sono allontanati. Convincendoli che l’intento, questa volta, è di saper fare di meglio. Ci sono evoluzioni rapidissime non si può assolutamente star dietro con i rituali riflessivi e con i bradipismi tipici della sinistra. Sarebbe letale, e folle”.