Industria: dicembre, fatturato -7,3%, ordini -5,3%. Unc: crollo drammatico, recessione peggiore del previsto

446

Agenpress – Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, a dicembre scendono su base annua sia il fatturato dell’industria (-7,3%) che gli ordinativi (-5,3%).

“Crollo drammatico. Altro che battuta d’arresto! Non solo il Paese è in piena recessione, ma è anche peggiore del previsto. Dati pessimi, che avranno pesanti ripercussioni sul Pil del 2019. Gli ordini crollati, -1,8% su base mensile, -5,3% su base annua, significano minore produzione industriale nel 2019 e, quindi, Pil ancora più basso rispetto alle stime preliminari” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Rispetto ai valori pre-crisi il Paese è arretrato in modo sconcertante. Se confrontiamo i dati medi del 2018 con quelli medi pre-crisi del 2007, a fronte di un fatturato totale sceso del 42,3%, quello interno è crollato addirittura del 48,3%, ossia quasi della metà. Gli ordinativi totali sono calati in 11 anni del 37,3%, quelli interni sono precipitati del 45,5%” conclude Dona.

Tabella: Fatturato (dati corretti per gli effetti di calendario) e ordinativi (grezzi) dell’industria

  FATTURATO   ORDINATIVI
  Totale interno estero   Totali interni esteri
Differenza %

Media 2018  – Media 2007

-42,3 -48,3 -27,0   -37,3 -45,5 -21,9
Differenza %

Dic 2018 – Dic 2017

-7,3 -7,5 -7,0   -5,3 -3,6 -7,6

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su elaborazione dati Istat