Brunetta (FI). Nessuna manovra correttiva? Governo ha firmato con Ue accordo per intervento correttivo

407

Agenpress -“L’andamento congiunturale negativo da fine 2018 ai primi mesi del 2019, da quello che appare, è tale da portarci direttamente verso una manovra correttiva, da vedersi non come fatto eccezionale, ma come un fatto dovuto, in ragione degli accordi presi con l’Europa. Se questi nostri eroi al Governo, buoni a nulla ma capaci di tutto, continuano a negare l’evidenza, il messaggio che daranno, non tanti ai cosiddetti burocrati europei di non onorare gli accordi, mai ai mercati internazionali, sarà devastante e disastroso”.

Lo afferma Renato Brunetta di Forza Italia parlando a Radio Campus, chiedendo di smentire “le frasi vuote, ma piene di retorica, del professor Conte di ieri durante il question time al Senato e di tutti gli esponenti del Governo che hanno escluso ogni ipotesi di manovra correttiva, perché hanno sottoscritto, nel mese di dicembre, un accordo con l’Unione Europea che prevedeva, in caso di scostamento dei conti pubblici, anche in corso d’anno, un intervento correttivo. È stato addirittura previsto, e ce lo ha ricordato il ministro Tria, un bonus cauzionale di 2 miliardi di euro, all’interno della manovra, al fine di tamponare, in caso di necessità, buchi di bilancio”.