Malumore nel M5S. Nugnes chiede la testa di Di Maio, che replica: aprire alle liste civiche

592

Agenpress –  La senatrice Paola Nugnes attacca: “Leadership di Di Maio va messa in discussione”. Il vicepremier intanto – incalzato dai cronisti – parla di un “Movimento vivo e vegeto” e annuncia che tra “domani e dopodomani ci saranno novità importanti” nell’ambito della “riorganizzazione” per rispondere “alle decine di istanze che arrivano dal territorio”. Tra le novità spiega Di Maio: “apriremo alle liste civiche”.

Pronta la replica – via twitter – alla Nugnes di un altro grillino, Sergio Battelli: “Leggo che la collega #Nugnes vorrebbe mettere in discussione la leadership di Luigi #DiMaio dopo le #ElezioniregionaliSardegna. Un consiglio: affronti e sfati la profezia di #Fassino: si candidi lei per guidare il #M5S. Non abbiamo bisogno di picconatori ma di visione e proposte.

Da parte sua Di Maio annuncia novità in arrivo: “Andremo avanti con la riorganizzazione e tra domani e dopodomani ci saranno novità importanti per il Movimento”. E precisa: “Questa riorganizzazione non è una cosa per il M5s: servirà agli italiani perché noi siamo al governo ed abbiamo decine di istanze che arrivano dal territorio nazionale. La riorganizzazione ci aiuterà ad essere più capillare a rispondere alle esigenze dei cittadini”. Tra le proposte al vaglio anche l’apertura alle liste civiche. Di Maio però avverte: “Bisognerà iniziare in maniera sperimentale. La cosa importante è che se ne discuta prima di tutto con i nostri iscritti”, alludendo al referendum in preparazione su Rousseau.

“È inutile che si confronti il dato delle amministrative con le politiche: noi a livello amministrativo abbiamo sempre avuto risultati diversi da quello nazionale ed anche il questo caso la Sardegna non fa eccezione. Se si guarda agli altri partiti il M5s è in linea con tutte le altre forze politiche”, conclude il leader dei cinquestelle.