Russia. Scoperto lager delle balene. Probabilmente vendute nei parchi acquatici cinesi

609

Agenpress. Recinti di pochi metri in cui decine di cetacei sono tenuti prigionieri, prima di essere venduti all’industria dei parchi acquatici o agli acquari, probabilmente in Cina. La scoperta è stata fatta da Greenpeace in Russia e ha costretto il Cremlino a prendere provvedimenti.

Quattro società sono state denunciate per aver rapito e detenuto un centinaio di animali, soprattutto orche e beluga, alcune con piccoli appena nati.

“I cetacei vanno liberati immediatamente – ha detto Dmitry Kobylkin, ministro russo dell’Ambiente. La Guardia costiera ha confermato che i mammiferi verranno salvati, compatibilmente con i tempi dell’indagine in corso.