On. Beatrice Lorenzin (CP): Via della Seta, l’Italia non faccia da apripista alla Cina

322

Agenpress. Quella della via della Seta è una vicenda complessa, le rassicurazioni di Conte sinceramente lasciano perplessi, perché in politica estera non basta una intervista del presidente del Consiglio per tranquillizzare la Nato, l’Unione europea e i servizi segreti americani.

La situazione è delicata il Governo avrebbe dovuto prendere tempo e portare il dossier in Parlamento, oltre che confrontarsi con i paesi della Nato. Ora abbiamo un nuovo assetto geopolitico e siamo in una guerra commerciale e queste infrastrutture strategiche passano attraverso la rete, ma anche attraverso i porti e il controllo del Mediterraneo. La paura di tutti è che l’Italia diventi il ponte per far entrare senza controllo non solo le merci cinesi ma anche una specie di conquista. l’Italia ha l’autonomia e l’indipendenza per fare accordi commerciale, ma attenzione a non isolarci e a restare in un contesto democratico.

Così la leader di Civica Popolare ed ex Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin