Catania. Giovane studente aggredito davanti all’istituto De Felice. Ugl Giovani. Gesto vile e preoccupante

438

Agenpress – Vogliamo esprimere piena solidarietà al giovane studente Enrico Maccarrone che, nella giornata di ieri, è stato aggredito davanti l’istituto scolastico De Felice di Catania da militanti dei centri sociali vicini alla sinistra. E’ assurdo che un ragazzo venga brutalmente picchiato da coetanei solo perché stava effettuando un volantinaggio informativo della nuova associazione studentesca, di cui fa parte, riguardante un corteo dei giovani di destra. Abbiamo appreso dell’accaduto alcune ore dopo la nostra assemblea provinciale di Ugl giovani e oggi non possiamo che condannare un gesto vile ed al tempo stesso anacronistico e preoccupante che, senza dubbio, riporta la memoria a tempi che pensavamo di aver posto per sempre nel dimenticatoio. Siamo davanti ad un cattivo esempio di utilizzo della forza che mina pesantemente la democrazia e la libertà di pensiero. Noi come Ugl giovani, continueremo ad operare per far sì che la piazza continui ad essere luogo della espressione democratica e di partecipazione a prescindere dal colore politico, per la crescita delle future generazioni che possa fondarsi su un confronto leale, corretto e basato sulle idee e non sulla sopraffazione violenta.” Lo dichiarano il segretario confederale con delega alle politiche giovanili della Ugl, Ezio Favetta, ed il segretario generale territoriale della Ugl etnea Giovanni Musumeci.