Reggio Emilia. Neonato muore dopo la circoncisione. Indagati i genitori

304

Agenpress – Un bimbo di cinque mesi è morto nella notte tra venerdì e sabato all’ospedale Sant’Orsola di Bologna dove è arrivato venerdì pomeriggio da Scandiano (Reggio Emilia) in condizioni disperate a causa di un intervento di circoncisione fatto in casa dai genitori, di origine ghanese,  residente a Scandiano, che ha altri tre figli, tutti più grandi del fratellino morto, ma comunque minori. I genitori, sui quali è stato un fascicolo per omicidio colposo, saranno ascoltati nei prossimi giorni e si attende che sia disposta l’autopsia sul corpo del piccolo.

La salma del piccolo è ora a disposizione della Procura per l’esame autoptico che la pm, Isabella Chiesi, deve ancora fissare.  È unfatto gravissimo e auspico che i responsabili paghino severamente di fronte alla legge per questo atto inaudito”, commenta Alessio Mammi, sindaco di Scandiano. “Tutta la comunità – prosegue – si stringe intorno al bambino che ha perso la vita per un atto gravissimo, ci stringiamo in preghiera”. Poi aggiunge: “E’ naturalmente gravissimo che questo accada nel 2019, è preoccupante che ci siano ancora individui che praticano queste attività rituali, di carattere molto antico, che portano a rischiare la vita di bambini così piccoli”, soprattutto considerando “che abbiamo una rete di servizi territoriali molto capillari che consentono di fare simili interventi in sicurezza e nelle fasi di vita più adeguate per i bambini”.