Cosimo Maria Ferri (PD): Violenza Donne, Codice Rosso? E’ più giallo-verde

336

Agenpress. Oggi in aula abbiamo assistito ad una contraddizione a conferma che il cosidetto Codice Rosso non è che una norma-bandiera: M5S e Lega hanno votato contro l’introduzione del reato di revenge porn, cruciale nell’era digitale per coprire le fattispecie di violenza psicologica, quali l’uso di foto o video a sfondo sessuale a scopi ritorsivi.

La motivazione addotta dalla relatrice Ascari sarebbe quella per cui non è con un emendamento che si risolve il problema, riferendosi al ddl fermo al Senato. Ebbene, al contrario, gli emendamenti consentono un risultato incisivo e tempestivo, dando gli strumenti per intervenire immediatamente, soprattutto in una materia come questa che evidenzia la debolezza del legislatore di fronte alla rapidità della circolazione di materiale multimediale. L’attuale governo riesce a dividersi anche su un tema che dovrebbe essere trasversale. Non si contrasta in questo modo la violenza di genere, occorre dirlo a gran voce.

Così Cosimo Ferri, componente della commissione giustizia della Camera dei Deputati.