Eurolandia. Lagarde. Un giovane su quattro è a rischio povertà. Cala fiducia imprese

388

Agenpress – Un giovane su quattro nell’area euro e’ a rischio povertà e questo ”getta un’ombra scura sulla prossima generazione del continente. Una sfida legata a questa e’ l’ascesa dei movimenti populisti in alcuni paesi, che mettono in dubbio l’idea dell’integrazione Europea. Ora e’ il momento di rafforzare questo ecosistema unico”.

Lo afferma il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, sottolineando che ora e’ il momento di dare una spinta all’unione finanziaria nell’area euro.

”Abbiamo bisogno di un sistema bancario europeo che possa piegarsi durante una tempesta senza rompersi, abbiamo bisogno di un sistema bancario che diversifichi veramente i rischi nell’ecosistema” e promuova la crescita, osserva Lagarde. Secondo Lagarde, oltre all’unione bancaria e’ necessario spingere sull’unione del mercato dei capitali.

Cala la fiducia dell’economia,  per effetto del peggioramento delle aspettative delle imprese dell’industria e dei servizi,  ancora più del sentiment dei consumatori.

Nel mese di marzo 2019, l’indice che misura il sentiment generale dell’economia è risultato pari a 105,5 punti dai 106,2 di febbraio e contro i 105,9 attesi dagli analisti.

Per quanto riguarda le componenti dell’indice per l’Eurozona, la fiducia dei consumatori resta negativa pur migliorando a -7,2 punti (come atteso dal consensus) dai -7,4 precedenti, l’indice del clima nell’industria peggiora a -1,7 punti da -0,4 mentre nei servizi cala a 11,3 punti da 12,1 e nel commercio al dettaglio si porta a +0,2 da -1,3. Migliora anche il sentiment nel settore delle costruzioni (a 7,5 da 6,6 punti).