Salgono i prezzi dei carburanti a marzo, +2,7% a marzo

319

Agenpress –  I prezzi dei carburanti a marzo segnano un aumento del 2,7% su base annua, tornando a salire dopo il calo di febbraio (-0,5%). Lo rileva l’Istat nelle stime provvisorie, spiegando che il dato tendenziale di questo mese è il più alto da novembre del 2018 (+8,4%).

Nel dettaglio, il diesel sale del 2,6% su febbraio e del 5,3% in termini tendenziali (da +1,7%), la benzina aumenta del 2,4% rispetto al mese precedente, con un’inversione di tendenza su base annua: a +0,3% da -3,0%. Rallenta invece la crescita dei prezzi della verdura, dopo la fiammata del mese scorso, anche se la dinamica, rimarca l’Istat, “rimane molto sostenuta”.

Il dato mensile segna un calo del 7,1% ma quello annuo resta ben sopra la ‘soglia zero’, a +9,4%, seppure lontano dall’impennata precedente (+18,4%). Le sigarette passano da +4,7% a +4,1% (+1,3% su base mensile). I biglietti aerei ampliano la flessione tendenziale (da -5,9% a -9,8%), ma con un aumento del 12,0% su base mensile, anche se lo scorso anno a marzo la variazione congiunturale era stata maggiore (+16,8%).