Istat: crescita debole nell’Eurozona. Unc: Italia fanalino di coda dell’Eurozona

266

Agenpress – Secondo l’Istat, il rallentamento dell’economia ha riguardato in particolare la Germania (0,0%) e l’Italia (-0,1%) mentre Francia e Spagna hanno mantenuto una dinamica positiva (rispettivamente +0,3% e +0,6%).

“Purtroppo l’Italia resta il fanalino di coda dell’Eurozona. Non è una novità, ma certo in questo caso vuol dire passare da una crescita bassa o nulla come la Germania alla recessione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Vedremo se nel secondo trimestre 2019 gli effetti della manovra cominceranno a sortire qualche effetto, ma si tratterebbe comunque, nella migliore delle ipotesi, di incrementi prossimi allo zero, visto che lo stesso Governo stima l’effetto complessivo della manovra in 0,4 punti percentuali” conclude Dona.